Gente onesta

Qualche giorno fa, uscito dall’ufficio come al solito mi sono recato all’auto per tornare a casa.
Premetto che, a causa di uno scatolone da scaricare, quella mattina non avevo lasciato l’auto nel solito parcheggio, ma avevo sfruttato un posto più vicino e disposto a lato di una strada alquanto trafficata.
Nell’avvicinarmi all’auto noto la sorpresa: plastica dello specchietto rotta. Per fortuna il vetro era intatto, ma la plastica della parte inferiore non c’era più…
O meglio… ho trovato il pezzo di plastica infilato nella maniglia.
Ero già pronto ad inveire contro il colpevole quando… nella poca luce di un lontano lampione, noto un bigliettino infilato nella guarnizione del vetro della portiera lato guidatore.

Con stupore lo stacco (la pioggia l’aveva inzuppato per bene) e scopro che si tratta di un biglietto da visita con tutti i riferimenti per un contatto. Resto perplesso…

Il giorno successivo provo a chiamare il numero sul biglietto. Con stupore mi risponde un signore, forse sulla cinquantina… Mi spiega che passando con la sua auto accanto alla mia ha sentito il rumore. Fermatosi ha scoperto di avermi rotto lo specchietto. Mi racconta che, avendo provato a chiedere informazioni sulla sua mia auto al bar vicino senza successo, ha deciso di lasciare il suo biglietto per essere contattato. Aggiunge anche che si era segnato il mio numero di targa, dicendo: “Se non mi avesse contattato lei l’avrei cercata io.”

Resto molto sorpreso e sbigottito dalla sincerità di quest’uomo che, pur potendo farla franca, ha deciso di riparare al danno.

Mi chiede la cortesia di informarmi sul costo della riparazione, sperando che la cifra non sia troppo onerosa (cosa che lo avrebbe portato a decidere per una constatazione amichevole).

Per farla corta… quest’oggi ci siamo incontrati e senza alcun problema mi ha saldato l’intero danno. Certo… la cifra non era alta… ma questo non conta!

Confesso che in questi giorni, a causa di quest’uomo, spesso mi sono interrogato sulla mia onestà. Al primo colpo subito mi sono detto che io forse non avrei agito così… o forse sì… ma già il dubbio mi fa sentire in colpa nei confronti di uno sconosciuto che ritiene naturale essere onesto anche quando si potrebbe farla franca con certezza!

Grazie, signore onesto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...