Ottobre? Zucca!

riso2 riso1

Ottobre? Zucca! Nel mio immaginario collettivo quando penso a questo mese, in pole position si piazza questo meraviglioso elemento. Io amo cucinarla in molti modi, e mi piace sempre.

Qui, ad esempio, vi propongo il classico Risotto con la zucca. Un must.

Ingredienti: Riso Carnaroli, zucca mantovana, foglia di alloro, rametto di origano e timo, 1 scalogno, vino bianco, olio evo, sale, pepe, cannella, brodo vegetale.

Procedimento: Cominciate col prendere la zucca, tagliarla a metà e inserirla in un foglio di carta forno adagiato in una teglia. Il foglio deve essere grande abbastanza da porter avvolgere la zucca completamente. Inserite nel cartoccio: un pizzico di cannella, un goccio di olio, una foglia d’alloro, un pizzico di sale e pepe, qualche rametto di timo e di origano. Chiudete bene intorno alla zucca e infornate a 200° per circa mezzora. La cottura dipende dalla grandezza della zucca che avete, date una controllata e in caso lasciate in forno ancora una decina di minuti. Deve risultare morbida.

Una volta pronta la zucca, privatela di buccia e semi e fatela a dadini. Non buttate gli scarti, ma metteteli a bollire in acqua calda. Questo sarà il brodetto che ci servirà per il risotto.

Avviate in una casserula, olio e scalogno tritato finemente. Lasciate appassire. Aggiungete il riso a tostare, sfumate con del vino bianco e lasciate evaporare per bene l’alcool. A questo punto aggiungete la zucca e il brodo cuocendo per una ventina di minuti circa, mescolando ogni tanto e rabboccando il brodo stando attenti a non lasciare sciugare troppo il riso. A cottura ultimata, impiattate terminando il piatto con due fettine di robiola e un’ultima spolverata di pepe.

Per i più curiosi, annoto le Le proprietà della zucca.
Sono diverse, a cominciare dalla polpa che contiene diversi principi attivi in particolare modo carotenoidi, ma anche mucillagini e sostanze pectiche. Anche i semi hanno la loro importanza perché in essi è possibile trovare fitosteroli, olii grassi, melene e fitolecitina. Inoltre dai semi di zucca freschi pestati si estrae un olio scuro mentre, tostati e salati, vengono serviti come “stuzzichini” insieme all’aperitivo. Essi hanno anche una funzione medicamentosa, infatti sono molto indicati per combattere la tenia echinococco (verme solitario). Questa proprietà deriva dalla cucurbitina (un amminoacido) che “paralizza” letteralmente il verme e ne provoca il distacco dalla parete intestinale. L’uso dei semi come vermifugo è da tempo conosciuto, generalmente ben tollerato e privo di controindicazioni. Ma non è solo questa la loro funzione positiva, infatti i semi della zucca sono anche in grado di alleviare le infiammazioni della pelle e di prevenire le disfunzioni delle vie urinarie. La polpa e il succo della zucca spesso vengono utilizzati come diuretici e gli specialisti consigliano di bere un bicchiere di succo la mattina a digiuno. Da essa inoltre si ricava un estratto che, mischiato al latte, è molto indicato per i disturbi gastrici e le patologie della prostata.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...