Vellutata di zucca e patate 

Confort food lo chiamano… ed è vero. Anche per me non potrebbe esserci piatto più casereccio. Ho seguito la ricetta letta qui: http://www.buttalapasta.it/articolo/ricetta-crema-di-zucca-e-patate-con-bimby/60473/ devo dire l’ho trovata molto gustosa! Ho aggiunto in superficie, una volta impiattata la vellutata, una dadolata rustica di verdure ripassate in padella con delle foglioline di timo aromatiche. 

Ed è subito autunno!!! 

Stage di Yoga al mare… Un sogno!

Lo scorso we, insieme alla mia  maestra di yoga e ad altre 3 compagne di viaggio, mi sono recata al mare per uno stage di yoga. La meta: S.Stefano al mare, in Liguria. Due giorni magnifici, Che mi resteranno nel cuore. Complice la tranquillita’ di settembre e le belle giornate di sole, tutto e’ stato perfetto. E così: silenzio, relax, yoga all’alba, saluto al sole, spiaggia e mare. 

Abbiamo avuto modo di visitare anche Imperia e di passare una bellissima serata a Montecarlo.

I❤️London

Vi avevo promesso che sarei tornata presto ed eccomi qui a raccontare la nostra recente avventura in terra straniera! In compagnia di P,E,E and E..ho trascorso tre giorni a Londra in occasione del ponte del 2 giugno. Dopo un ritardo di due ore del volo di andata siamo finalmente riusciti ad atterrare in Inghilterra, appena in tempo per sistemare i bagagli in albergo e correre a Victoria coach station dove ci aspettava lo speciale bus a due piani sul quale era allestito il nostro english afternoon tea da gustare a spasso per la città ☕️🇬🇧👒! 

È’ stato uno spettacolo! 

L’indomani giretto a South Bank e poi in spedizione per cercare lo Sky Garden cafe’… Ne avevo sentito parlare tempo fa su un blog e prima di partire mi sono documentata per trovarlo. È’ ubicato al 35′ piano di un grattacielo stupendo nel North Bank, fra St.Paul e the Tower of London. Imperdibile!


Avete visto come eravamo imbacuccati? Brrrrrrr… Tirava un’aria!!!

Vuoi non fare un giretto a Camden town?


Abbiamo mangiato indiano, thailandese, argentino e spagnolo nello stesso posto, in quante altre città si può fare?

E poi… L’immancabile visita…

Girettino veloce a Coven Garden, Piccadilly Circus, Oxford street per un po di shopping… Pranzando in un meraviglioso fish&chips di cui vi lascio l’indirizzo perché ne vale la pena!


E per chiudere in bellezza suprema.. Serata a teatro a vedere il fantasma dell’opera!! ❤️ wow!! divino…


Ve l’ho detto o no? I ❤️ LONDON!!!!

EAT Alice in Wonderland

Non so da che parte cominciare…e’ troppo che non scrivo! Cerchero’ quindi di andare in ordine temporale per non dimenticare niente. Quest’oggi vi presento il mio secondo ufficiale EAT English Afternoon Tea dal tema Alice in Wonderland, evento che ho organizzato i primi di Aprile. Entusiasta di come e’ riuscito, felice di vedere tutti i miei ospiti davvero soddisfatti, realizzata nel fare ciò che mi piace e diverte. Non nascondo che per realizzare un evento del genere non poco e’ il lavoro, ma e’ bello fare cio’ che amo!!! Vi lascio gustare il servizio fotografico dell’evento, non potendo avervi tutti qui! La prossima volta venite, intesi?

 

Come procede

Questo è un piccolo aggirnamento che serve piu a me come promemoria che a voi. Mi perdonerete.

Da ottobre, per problemi di salute, ho iniziato una dieta forzata che mi ha vista costretta ad eliminare glutine, latticini e a ridurre drasticamente i dolci, gli zuccheri e la carne. All’inizio buio completo. Ripensare da capo a tutta la giornata, riorganizzare le cose da fare per trovare degli spazi in più da dedicarsi, tornare alle origini, al mangiar sano e tranquillo.. quella che inzialmente mi sembrava una cosa pià grande di me si è inaspettatamente rivelata un’esperienza terapeutica. Non solo perchè sembra che pian piano io abbia trovato un equilibrio e stia molto meno male, ma perchè mi ha aiutato a ritornare alle origini. A ripensare alla vita dei miei nonni. Al loro mangiare il necessario, sudando per guadagnarselo. Zappare la terra, attendere speranzosi che da una zolla possa crescere un giorno un bel pomodoro, chiedere un uovo ad una gallina e trovarne 2 l’indomani. Non fraintendete, non ho cominciato ad allevare un pollaio e nemmeno son diventata una coltivatrice diretta. Mi sono tuttavia resa conto di quanto sia importante ritornare. E così ho riscoperto il tepore di una bella zuppa di legumi, il sapore delle verdure di stagione, la dolcezza di una noce, l’armonia di un’inebriante tazza di te, la ricchezza di tanti tipi di riso che prima nemmeno sapevo esistessero e la coccola di una tisana della buonanotte. Quello che pensavo mi mancasse terribilmente è invece diventata un’occasione per esplorare nuovi territori e muovere nuovi passi. Come cambia improvvisamente la prospettiva!

childchildhooddigitalartgirlillustrationdaisy-6af44d0fdcbf3e6a084af8f188e0eee9_h

E così mi sono ritrovata con sette chili in meno, il che indubbiamente non guasta. Erano di troppo e cominciavano a pesare. Sono circa a metà del mio percorso ideale. Ho fissato dei traguardi da raggiungere e pian pianino la strada si sta accorciando. Me lo avessero chiesto all’inizio non avrei scommesso su di me un centesimo. E non sto seguendo una dieta sia ben chiaro, non ci riuscirei. Semplicemente per me il segreto è mangiar più sano e volersi più bene.